Clienti domestici

Sono previste 3 tipologie di uso domestico con tariffe differenti:

Uso domestico residente: fornitura destinata a servire una singola unità immobiliare a uso abitativo con residenza anagrafica dell’intestatario del contratto.

Uso condominiale: fornitura effettuata con un unico contatore destinato a servire due o più unità immobiliari, anche con diverse destinazioni d’uso.

Uso domestico non residente: fornitura destinata a servire una singola unità immobiliare a uso abitativo senza residenza anagrafica dell’intestatario del contratto.

 

RESIDENTE

QUOTA VARIABILE 

La quota variabile del servizio acquedotto per i residenti viene articolata in fasce sulla base del consumo pro capite. In sintesi, per ogni componente del nucleo familiare si calcolano 33 metri cubi di acqua all’anno (circa 90 litri al giorno) in tariffa agevolata. I consumi eccedenti vengono classificati nelle fasce di consumo successive (fascia base, prima, seconda e terza fascia di eccedenza). Se non hai ancora comunicato il numero di residenti inviaci una mail assistenza.clienti@gruppocap.it.

 

QUOTA FISSA

La quota fissa per i residenti è indipendente dai consumi e viene applicata sui singoli servizi: acquedotto, fognatura e depurazione. Per l’uso domestico residente la quota fissa viene applicata secondo il criterio pro capite e fino a un massimo di 3 componenti per nucleo familiare. In assenza di dichiarazioni da parte del titolare dell’utenza in merito al numero di residenti, è prevista l’applicazione della quota fissa calcolando la residenza di tre persone.
        

In assenza di dichiarazioni in merito al numero di residenti, è prevista l’applicazione per unità abitativa (standard 3 componenti).

CONDOMINIALE

QUOTA VARIABILE

Le tariffe del servizio acquedotto per l’uso condominiale sono uguali a quelle per l’uso domestico residente. L’applicazione della quantità agevolata sarà effettuata in base al numero di appartamenti di cui è composto il condominio e al numero dei componenti della famiglia che vive in ogni appartamento. In mancanza del dato relativo al numero dei componenti del nucleo familiare si applica un criterio standard che considera 3 componenti per appartamento. Per questo è importante comunicare i dati anagrafici (residenza o non residenza e numero dei componenti del nucleo familiare) per consentirti di risparmiare.

 

QUOTA FISSA

Per le utenze condominiali miste si applica la quota fissa allo stesso modo delle utenze domestiche, mentre per le unità immobiliari non domestiche sarà applicata la quota fissa minima prevista per le tipologie d’uso non domestiche (utenze con contatore diametro 15).

  

In assenza di dichiarazioni in merito al numero di residenti, è prevista l’applicazione per unità abitativa (standard 3 componenti).

 

 

NON RESIDENTE

QUOTA VARIABILE

Per l'uso domestico non residente la quota variabile è uguale a quella applicata ai residenti con eccezione della quota agevolata che non si applica. Se sei residente e non lo hai comunicato, inviaci una mail a assistenza.clienti@gruppocap.it
 

QUOTA FISSA

Per l'uso domestico non residente, la quota fissa è applicata con criterio giornaliero (pro die) pari all’importo previsto per una unità abitativa di tre persone.

 

 


 

 

Consuma meno acqua
Scegli il kit per ridurre i tuoi consumi
Controlla la tua acqua
Richiedi l'analisi dell'acqua del tuo rubinetto
Aggiorna i tuoi dati
Risparmia sulla bolletta
dell'acqua
Attiva la bolletta online
Ricevi la tua bolletta via e-mail
Assicurati contro le perdite occulte
Attiva la polizza gratuitamente
Segnalaci le perdite su strada
Per non sprecare acqua

Visualizza la carta dei servizi

Vai