Il progetto

A San Colombano al Lambro dal 9 ottobre 2023 si lavora per un progetto di manutenzione straordinaria della rete fognaria di via Steffenini e viale Trieste. Si è concluso il piano di manutenzione delle reti di acquedotto, mentre sono in corso i lavori di realizzazione della nuova Centrale Idrica.

Aggiornamento maggio 2024

I lavori procedono come da programma ed entrano nella fase più critica dal punto di vista della viabilità: dal 13 maggio sarà infatti chiuso il tratto di via Steffenini compreso fra via Da Vinci e via Trieste, mentre dal 20 maggio si lavorerà proprio sull’incrocio fra via Steffenini e via Trieste, con senso unico alternato sulla Strada Provinciale. Il trasporto pubblico locale tornerà sul percorso alternativo già sperimentato nelle prime fasi dei lavori, con l'istituzione di nuove fermate nel quartiere Campasso in sostituzione di quelle di via Trieste.

Aggiornamento marzo 2024

Il 4 marzo 2024 inizia la fase 5 che interessa via Trieste. Questa parte, compreso l'incrocio con via Steffenini (fase 6), terminerà salvo imprevisti alla fine del mese di giugno 2024.

L'INTERVENTO

Sono iniziati nei primi giorni di ottobre 2023 i lavori di Gruppo CAP per il rifacimento della rete fognaria in via Steffenini e viale Trieste. Si lavorerà per circa un anno per risanare un tratto di fognatura che da tempo evidenzia diverse criticità legate alle infiltrazioni delle acque provenienti dalla vicina roggia Colombana.

L’acqua della roggia, entrando nelle tubazioni della fognatura, compromette la funzionalità della rete e del depuratore, e potrebbe in futuro evidenziare ulteriori criticità, causando cedimenti strutturali e allagamenti in caso di forti piogge.

I lavori sono dunque necessari per evitare difficoltà future e rendere pienamente funzionale la rete, a vantaggio dell’ambiente e delle acque fluviali.

Dopo i primi interventi propedeutici in via Steffenini, nel tratto compreso fra via Matteotti e via Garibaldi conclusi nella prima fase del cantiere, i lavori son entrati nel vivo con gli scavi per la sostituzione della rete, sulla stessa via Steffenini e su viale Trieste. 

I lavori dureranno complessivamente circa un anno e vedono un investimento da parte di Gruppo CAP di circa 4 milioni di euro. 

Tutti i dettagli del cantiere, le tempistiche e le modifiche alla viabilità cittadina, sono stati approfonditi in un incontro pubblico, che si è svolto il 3 ottobre 2023 nella sala consiliare di San Colombano al Lambro, con il sindaco e i tecnici di Gruppo CAP che hanno illustrato ai cittadini le motivazioni dell'intervento e le modalità di realizzazione.

Qui sotto è possibile visualizzare la presentazione preliminare del progetto e il volantino che riporta la mappa con le diverse fasi di cantiere. Si tratta di un intervento che richiede tempi molto lunghi, e per questo motivo non è possibile prevedere con precisione i tempi delle diverse fasi di lavoro. Le tempistiche indicate nel volantino sono dunque indicative e possono subire modifiche in relazione all'avanzamento dei lavori. 

 

 

GLI INTERVENTI SULL'ACQUEDOTTO DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO

Si sono conclusi gli interventi, concordati con l'amministrazione comunale di San Colombano al Lambro, di manutenzione straordinaria di alcuni tratti di rete, con l’obiettivo di rendere migliore e più efficiente il servizio. Sono stati dunque sostituite le reti di acquedotto di via Steffenini, Pieri e Visconti, per un investimento totale di circa 350mila euro.

Sono attualmente in corso anche i lavori per la realizzazione della nuova centrale di potabilizzazione, un maxi investimento di oltre 7 milioni di euro per dotare il paese di una nuova infrastruttura che, una volta a regime, consentirà di dismettere l’impianto di Casoni e di migliorare la qualità e la quantità dell’acqua erogata ai cittadini.

Su una superficie di circa 11mila mq si stanno realizzando 9 pozzi con tecnologie e modalità costruttive avanzate, come la camicia in acciaio inox e riempimento realizzato con sfere di vetro che garantisce il raggiungimento di portate più consistenti e la riduzione della frequenza degli interventi di manutenzione.

L’acqua prelevata dai pozzi verrà poi convogliata nell’edificio di potabilizzazione, dove avvengono i trattamenti e lo stoccaggio. L’impianto è infatti dotato di due serbatoi di accumulo in acciaio inox del volume totale di 1700 mc, installati su una platea sismicamente isolata mediante 50 isolatori sismici. L’inox garantisce la conservazione della qualità dell’acqua, mentre un sistema automatico costituito da una colonna centrale rotante ne mantiene la freschezza e garantisce l’asetticità delle superfici con le quali questa è a contatto. Un moderno sistema di telecontrollo permetterà la gestione da remoto di tutti gli elementi elettromeccanici presenti nella centrale ed il monitoraggio dei parametri qualitativi.

I lavori per la Centrale sono iniziati a novembre 2011 e termineranno nel 2024.

Tutti questi interventi fanno parte del complessivo progetto di manutenzione straordinaria dell’acquedotto di San Colombano al Lambro. I tecnici di Gruppo CAP hanno studiato a fondo la conformazione della rete e la disponibilità di acqua presente nel sottosuolo e sviluppato la progettazione a partire dallo studio del territorio e da modelli previsionali con l’obiettivo di offrire un servizio idrico efficiente e all’altezza delle esigenze dei cittadini.

Contatti

Se vuoi fare una segnalazione o approfondire le tematiche relative a questo cantiere, scrivici