Mappe e cantieri

Tutte le informazioni sui cantieri, sui lavori in corso e sul progetto WebGis.

Il WebGis Acquedilombardia, nasce dal connubio tra GIS (Geographic Information System) e le possibilità offerte dal Web. È un sistema che consente di divulgare in modo trasparente ed efficace attraverso Internet informazioni relative alle reti e a tutte le strutture legate al servizio idrico integrato. Oltre ad acquisire, estrarre e gestire le tante informazioni derivanti dai dati georiferiti, il WebGis di Gruppo CAP le rende disponibili in remoto per un’utenza variegata e potenzialmente illimitata.

Sviluppato per l'area della Città metropolitana di Milano, l’applicativo era già predisposto per accogliere anche i dati di altri territori. In un unico sistema, sono contenute le reti di più gestori, un esempio di sharing economy che verrà applicato a gran parte della regione lombarda, attraverso la rete della Water Alliance. È per questo che il progetto si è allargato ed è diventato Acque di Lombardia.
Il primo contratto di service sottoscritto da Gruppo CAP a favore di un altro ente della alliance idrica è stato siglato con Brianzacque. In questi ultimi quattro anni, hanno aderito anche Uniacque, Lario Reti Holding, SAL, Pavia Acque, Padania Acque, Acque Bresciane e Alfa Varese.

Oltre al sistema e ai dati, il progetto ha previsto la condivisone delle metodologie di lavoro e la possibilità di accesso per Comuni, professionisti e cittadini.

I cittadini che di fronte a un cantiere nella propria città si chiedono di cosa si tratti, quando termineranno i lavori e quanto costino alla comunità, possono trovare queste e molte altre informazioni istantaneamente, accedendo alla sezione dedicata cantieri trasparenti: le aziende che gestiscono servizi di pubblica utilità devono garantire la massima trasparenza del proprio lavoro e allo stesso tempo contribuire al miglioramento della qualità della vita dei cittadini e degli utenti serviti.

I professionisti possono accedere ai dati relativi alle reti del sottosuolo e alle informazioni delle reti tecnologiche gestite, aggiornate in tempo reale, attraverso un ambiente loro dedicato, con accesso gratuito e immediato, previa registrazione al portale.

Per Gruppo CAP ciò è possibile grazie al protocollo d'intesa siglato con l'Ordine degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, Ordine degli Ingegneri, Collegio Geometri e Geometri Laureati, Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Città metropolitana di Milano, nonché l’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Monza e della Brianza, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bergamo, l’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, l'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pavia e l'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lodi.

I tecnici comunali hanno a disposizione una sezione apposita, dove hanno accesso ai dati delle reti e delle manutenzioni. Ogni Comune accede al WebGIS con un profilo dedicato e può consultare la cartografia del proprio territorio, il database topografico e i dati delle reti. È possibile consultare tutte le manutenzioni ordinarie in corso o passate e dialogare con le aree tecniche del Gruppo direttamente via web. Si accorciano così le distanze tra Socio e Gestore.

È semplificata l’attività di monitoraggio dei cantieri da parte di Prefettura e forze di Polizia, grazie alla possibilità di svolgere attività di screening preventivo. Inoltre il protocollo siglato da Gruppo CAP e Prefettura di Milano, sottoscritto anche dalla Direzione Territoriale del Lavoro, dalle Associazioni datoriali e dalle Organizzazioni sindacali, prevede l’utilizzo di un’interfaccia dedicata, destinata a raccogliere tutte le informazioni relative ai cantieri e all’intera filiera delle imprese coinvolte.

I dati raccolti e aggiornati sono validati dall’Ufficio Sistema Informativo Territoriale in tempo reale. Il sistema di controllo centralizzato, con la supervisione dell’amministratore, controlla che vengano rispettate le restrizioni, la sicurezza, gli accessi, i conflitti, l'integrità dei dati e gli aggiornamenti.

È però previsto l'accesso da parte di più utenti in contemporanea, anche sulle medesime aree geografiche e quindi sugli stessi dati. La condivisione di un'unica fonte evita inutili duplicazioni dei dati, riducendo così le ridondanze ed evitando errori o lacune relative a modifiche o aggiornamenti, mentre gli applicativi non hanno bisogno di conoscere come sono fisicamente strutturati e archiviati i dati. Tutte le tipologie di utenti possono accedere ai dati ed eseguire qualsiasi tipo di analisi senza compromettere l'integrità degli stessi, con interfacce semplici e intuitive, ma l'amministratore può ovviamente definire i profili degli utenti e le porzioni delle basi-dati a cui possono accedere nonché i privilegi necessari per apportare delle modifiche.

Il sistema ottimizza l’operatività di oltre 1400 utenti della Water Alliance.

Il WebGis Acque di Lombardia è accessibile anche da mobile per permettere la consultazione e l’interazione con i dati direttamente sul campo.

 

Cantieri in evidenza

I nostri cantieri aperti nel territorio

Contatti

Per maggiori informazioni scrivici. Se sei un professionista e hai richieste specifiche, contatta direttamente il responsabile Ufficio SIT & Supporto progetti.