CESANO BOSCONE - CORSICO: CANTIERE DI POTENZIAMENTO DELLA RETE FOGNARIA

 
AGGIORNAMENTO DEL 12/06/2020
 
L'11 giugno si sono concluse le attività di rimozione dei materiali contenenti frammenti di amianto rinvenuti durante gli scavi. Questa attività imprevista ha determinato un allungamento delle tempistiche, ma oggi risulta conclusa e tutte le comunicazioni previste dalle norme sono state inviate all'ATS.
Completata dunque questa fase, sono ripresi i lavori di realizzazione della vasca in via Milano.
 
AGGIORNAMENTO DEL 08/05/2020
 
Lungo via Milano è stata ripristinata la normale viabilità. In questa fase dei lavori infatti non è necessario interrompere la circolazione: si stanno eseguendo i lavori di rimozione dei materiali contenenti amianto e di preparazione dell'area per la realizzazione della vasca nel parcheggio. Terminata questa fase, che durerà circa due mesi, sarà nuovamente necessario modificare la viabilità nella via come da programma.
 
AGGIORNAMENTO DEL 28/04/2020
 
Alla luce del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile, i lavori nel cantiere di potenziamento della rete fognaria nei comuni di Cesano Boscone e Corsico riprenderanno il 4 maggio.
La prima attività sarà relativa al completamento della rimozione del materiale contenente frammenti di amianto, che salvo complicazioni sarà ultimata nel giro di un mese circa, per poi dare il via alla realizzazione della vasca volano nell'area del parcheggio di via Milano.
Il cantiere è rimasto fermo per qualche tempo a causa dell'impossibilità di lavorare durante la prima fase dell'emergenza sanitaria, garantendo sempre la massima sicurezza degli operatori e delle persone che vivono o transitano nelle vicinanze.
In fase di ripartenza verranno adottate tutte le misure previste dalle normative e dai protocolli di sicurezza, integrando alle rigorose procedure applicate da Gruppo CAP per la tutela della salute e sicurezza le procedure relative alle nuove modalità di lavoro, elaborate per garantire operatori e cittadini in questa nuova fase dell'emergenza sanitaria.
 
AGGIORNAMENTO DEL 16/03/2020
 
In relazione ai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri in tema di emergenza sanitaria da Coronavirus (COVID19), Gruppo CAP ha messo in atto la propria procedura di emergenza, limitando il personale in servizio al fine di garantire al contempo la continuità del servizio pubblico essenziale e la tutela della salute delle proprie persone, facendo la propria parte per limitare gli spostamenti e tutelare in questo modo la salute pubblica.Per questo motivo il cantiere di potenziamento della rete fognaria di Cesano Boscone e Corsico è sospeso fino al termine dell'emergenza sanitaria.
Per i cittadini che vogliano fare segnalazione o approfondire le tematiche relative a questo cantiere, resta a disposizione l'indirizzo mail comunicazione.cantieri@gruppocap.it
AGGIORNAMENTO del 24/01/2020
Nel parte di cantiere allestita all’interno del parco Travaglia abbiamo completato la rimozione dell’amianto e stiamo proseguendo con il programma di trasporto dei sacchi in discarica. Questa operazione richiede dei tempi tecnici che non si possono ridurre, e durerà ancora per circa 3 settimane. Nel frattempo stanno procedendo in quest'area le previste attività di potenziamento della rete fognaria: le lavorazioni nel parco si concluderanno con l'innesto in via Milano previsto per la prima metà del mese di febbraio.
Nel parcheggio di via Milano sono iniziati i lavori di pre-scavo e preparazione del cantiere. Fino alla fine del mese di gennaio lavoreremo per mettere il cantiere in sicurezza in vista dei lavori. Terminata questa fase preparatoria, inizieremo anche in quest’area le attività di rimozione, che dureranno presumibilmente 2 mesi e mezzo.
Il rinvenimento di materiali contenenti frammenti di amianto nell’area interessata ai lavori ha purtroppo rallentato di molto le previste attività di cantiere. Gruppo CAP, in coordinamento continuo con l’amministrazione comunale, sta mettendo in campo tutte le risorse possibili per completare i lavori nel minor tempo possibile. La sicurezza degli operatori, dell’ambiente e delle persone che vivono e transitano nella zona è sempre la nostra priorità.
 
AGGIORNAMENTO del 25/10/2019
Dal 10 ottobre, attraverso un’azienda specializzata, sono state avviate le operazioni di rimozione del materiale contenente frammenti di amianto rinvenuto nel parco Travaglia.
Le attività si stanno svolgendo in assoluta sicurezza, seguendo tutte le procedure previste dalla normativa per tutelare la salute degli operatori impegnati nelle attività, dell’ambiente e delle persone che abitano o transitano nelle vicinanze.
Il materiale rimosso è stato bonificato e trattato con prodotti incapsulanti e raccolto in sacchi ermeticamente sigillati e realizzati appositamente per lo stoccaggio di materiale contenente amianto, come correttamente indicato dalla A stampata sui sacchi stessi, per essere smaltito da aziende specializzate in discariche autorizzate al trattamento di questo tipo di rifiuti.
Il maltempo sta rallentando in parte i lavori, che nel parcheggio di via Buonarroti non sono ancora iniziati per l’impossibilità di lavorare con la pioggia di questi giorni, ma il cantiere è in sicurezza e non c’è alcun pericolo.
 
AGGIORNAMENTO del 7/10/2019

Durante lo svolgimento dei lavori di potenziamento della rete fognaria, è stato rinvenuto materiale contenente frammenti di amianto, sia nel parcheggio di via Milano angolo via Buonarroti in comune di Cesano Boscone che nel Parco Travaglia in comune di Corsico.
Abbiamo subito provveduto ad effettuare tutte le operazioni necessarie e previste dalla normativa vigente. Le lavorazioni sono state tempestivamente interrotte e il cantiere è stato recintato e mantenuto in sicurezza.
Nei prossimi giorni si avvieranno le operazioni di rimozione del materiale rinvenuto attraverso un’azienda specializzata. Le attività si svolgeranno in assoluta sicurezza e seguendo tutte le procedure previste dalla normativa.
Nel Parco Travaglia a Corsico i lavori di rimozione inizieranno il 10 ottobre e dureranno due settimane.
Nel parcheggio di via Milano a Cesano Boscone i lavori inizieranno il 21 ottobre e dureranno tre settimane.
Queste lavorazioni prevedono diverse misure di sicurezza a garanzia delle persone che lavorano nel cantiere e dei cittadini che transitano o risiedono nelle vicinanze.
RECINZIONI - Il cantiere sarà dotato di recinzioni specifiche antipolvere e per impedire l’accesso a estranei.
SCAVI – Gli scavi vengono eseguiti con modalità studiate per non generare polveri.
MONITORAGGIO QUOTIDIANO - Ogni giorno vengono effettuati monitoraggi delle fibre disperse nell'aria, in modo da prevenire qualsiasi rischio per la salute.
RIFIUTI - Il materiale rimosso sarà imballato in opportuni sacchi contrassegnati e allontanati dal cantiere su mezzi certificati per essere trattato e smaltito, secondo quanto previsto dalla normativa, in discariche specializzate dedicate ai materiali contenenti amianto.
ANALISI DEL TERRENO - Al termine delle operazioni, vengono prelevati campioni di terreno da inviare a laboratori specializzati per verificare l’assenza di contaminazione da amianto.
DISPOSITIVI DIPROTEZIONE INDIVIDUALI - Gli operatori addetti alle lavorazioni saranno equipaggiati con specifici dispositivi di protezione individuale: non c’è quindi da preoccuparsi se si vedranno operai al lavoro con tute bianche, mascherine e guanti. Tutte queste protezioni sono a tutela delle persone che più sono esposte alla vicinanza con l’amianto. I lavoratori hanno inoltre seguito corsi specifici e sono specialisti di questo tipo di attività.
POSSIBILI SOSPENSIONI - In caso di condizioni metereologiche particolarmente avverse, ad esempio se c’è molto vento, dovremo interrompere le lavorazioni a tutela degli operatori, ovviamente il cantiere verrà messo in sicurezza affinché non disperda polvere.
Le attività di rimozione amianto non impattano sul programma dei lavori di potenziamento della rete fognaria e di realizzazione della vasca volano che prosegue lungo l’asse viario di via Volta e via Milano, procedendo addirittura in anticipo rispetto alle previsioni iniziali.

Il cantiere

A Corsico e Cesano Boscone, via Volta e via Milano, lavoriamo per potenziare la rete fognaria che non è più adatta a soddisfare le esigenze dei cittadini.
Infatti le acque, sia reflue che di pioggia, vengono tutte recapitate nel collettore di via Isonzo, che quando piove molto va in difficoltà per troppa acqua in entrata e la zona si allaga.
Con questo progetto separiamo le acque di fogna da quelle di pioggia. I reflui fognari continueranno ad andare, attraverso il collettore, al depuratore intercomunale di Assago. Le acque piovane saranno raccolte da una vasca volano realizzata sotto al parcheggio all’incrocio fra via Milano e via Buonarroti, e restituite al Cavo Birago solo dopo la fine dell’evento meteorico.
Verranno anche eliminate le commistioni tra la fognatura e il Fontanile Franchetti.
Il cantiere ha quindi importanti finalità ambientali, perché mette in sicurezza le rogge da possibili interazioni con la rete fognaria e quindi tutela i corpi idrici. Inoltre potenzia le reti e le separa in modo da evitare gli allagamenti.
Saranno lavorazioni lunghe (2 anni) che influiranno in parte sulla viabilità. In particolare per tutto il primo anno il cantiere si sposterà lungo la via Volta/via Milano, dall’incrocio con via Colombo alla rotonda di via Isonzo. Gli scavi saranno davvero importanti e non sarà possibile operare senza chiudere la strada, per garantire la sicurezza sia degli operai al lavoro che degli automobilisti in transito.
La viabilità verrà modificata per tutto il primo anno di cantiere, con deviazione del traffico sulle vie Isonzo, Sanzio, Borsini e Colombo. Sarà tuttavia sempre possibile accedere alla via Milano a monte e a valle dell’area di cantiere per i residenti e le persone dirette alle attività produttive e commerciali della via.
Insieme alle amministrazioni dei due Comuni abbiamo adottato tutte le misure possibili per limitare i disagi e per velocizzare i lavori, oltre che per coinvolgere la cittadinanza e fornire per tempo tutte le informazioni utili.

Scopri il piano di sostenibilità