A Castano primo lavoriamo per potenziare ed estendere la rete fognaria, con l'obiettivo di eliminare i cedimenti strutturali e rendere il servizio più efficiente, per aumentare la sicurezza e la tutela dell'ambiente.

A seguito di alcuni cedimenti strutturali che si erano verificati in via Ariosto, siamo intervenuti garantendo la sicurezza attraverso una soluzione provvisoria e abbiamo contemporaneamente avviato una campagna di indagini e videoispezioni. Queste analisi approfondite hanno evidenziato la necessità di intervenire in modo strutturale sulla rete fognaria che presenta cedimenti e fessurazioni. La situazione attuale potrebbe in futuro determinare compromettere l'efficienza della rete.

Per questo motivo abbiamo deciso di intervenire, verificando anche le vie adiacenti a via Ariosto e rilevando problemi analoghi in diverse vie.

Inoltre nel comune di Castano Primo ci sono alcune zone che non sono raggiunte dalla rete fognaria, in questa occasione estenderemo quindi il servizio di fognatura alle abitazioni non ancora servite.

I lavori inizieranno intorno al 20 novembre 2019 e dureranno poco più di un anno, per un investimento totale di 3,5 milioni di euro.

Il cantiere: cosa facciamo

Mappa generale delle vie interessate dagli interventi

Dettaglio mappa fasi 1 e 3: via della Saronna e via Gallarate

 

Dettaglio mappa fase 2: via della Valle

Dettaglio mappa fase 3 e 4: via Ariosto e limitrofe, via Monte Amiata, via IV Novembre

Viabilità

Cronoprogramma: a che punto siamo

L'intervento sulle reti fognarie di Castano Primo è molto impegnativo e il Cronoprogramma potrebbe subire variazioni in funzione di eventuali imprevisti e di condizioni meteorologiche avverse.

Il cantiere verrà allestito a metà novembre e interesserà inizialmente la realizzazione delle nuove reti fognarie in aree attualmente non servite.
La prima via interessata sarà via della Saronna, le lavorazioni dureranno circa 40 giorni.
Successivamente si passerà su via della Valle, dove il tempo previsto è di circa 2 mesi.

Nel mese di febbraio il cantiere si sposterà nel centro urbano per la realizzazione delle opere previste in via IV Novembre, e rimarrà attivo per circa 3 settimane.
A seguire ci si sposterà su via Matteotti, via Gallarate e via Benedetto Croce per un tempo complessivo di circa 3 mesi.

Terminate le nuove estensioni, il cantiere procederà a realizzare il potenziamento della rete fognaria attualmente presente e l’attraversamento attraverso la tecnica Spingitubo sotto la ferrovia. 
In questa fase il cantiere interesserà le seguenti vie cittadine: via Monte Amiata, via Ariosto, via Boccaccio, via Petrarca, via Madonna di Grees, via Monti, via Pascoli, via Foscolo, via Lonate Pozzolo, via Sant’Ambrogio, via Don Gnocchi, via Torriani, via San Fedele e via Don Minzoni.

Il cronoprogramma di dettaglio sarà pubblicato con l'avvicinarsi delle lavorazioni.


 

Dettagli cantiere

NUOVE ESTENSIONI
La prima parte del lavoro riguarda la realizzazione della nuova rete fognaria al servizio di zone non ancora servite.
A partire dalle richieste avanzate dall'ATO (Autorità d'Ambito della Città metropolitana di Milano), abbiamo pianificato la realizzazione di una nuova rete fognaria al servizio delle abitazioni che ancora non accedono al servizio di fognatura.
Le tubazioni posate saranno in gres ceramico.
Nella tabella sono riassunte le vie interessate dai lavori e la lunghezza delle tubazioni che poseremo.

VIALUNGHEZZA RETE (metri)
VIA GALLARATE da via Croce a via Matteotti497
VIA MATTEOTTI135
VIA IV NOVEMBRE115
VIA DELLA SARONNA270
VIA DELLA VALLE375

 

RIFACIMENTO RETE FOGNARIA

La seconda parte del lavoro riguarda il rifacimento dei tratti di rete ammalorati, necessario per garantire la sicurezza delle infrastrutture e la perfetta tenuta delle tubazioni, a tutela dell'ambiente.
Nella tabella sono riassunte le vie interessate dai lavori, con diametro e lunghezza delle tubazioni che poseremo, ovunque in gres ceramico.

VIADIAMETRO (mm)LUNGHEZZA RETE (metri)
VIA MONTE AMIATA800258
VIA ARIOSTO400/500/600/700/800660
VIA BOCCACCIO E VIA PETRARCA300381
VIA MADONNA DI GREES E VIA MONTI400258
VIA PASCOLI400240
VIA LONATE POZZOLO300/400/500254
VIA SANT'AMBROGIO400295
VIA SAN FEDELE300/400/500272
VIA DON MINZONI300/400170
VIA DON GNOCCHI300/400186
VIA TORRIANI300/50062

ATTRAVERSAMENTO FERROVIARIO
Il tratto finale della nuova rete in via Ariosto prevede un attraversamento al di sotto della linea ferroviaria Saronno-Novara. Questo attraversamento verrà realizzato con la tecnica dello spigitubo. Una tecnologia no-dig, che cioè non prevede scavi se non in corrispondenza del punto iniziale e finale. Questo ci consente di lavorare senza interrompere il traffico ferroviario lungo la linea.

 In entrambi i casi, le lavorazioni seguiranno le seguenti modalità:
- taglio e demolizione della pavimentazione esistente
- scavo per la posa delle nuove tubazioni e delle camerette di ispezione
- predisposizione del letto di posa con sabbia e pietrisco
- posa delle tubazioni
- rinterro e rinfranco delle nuove tubazioni con ghiaietto. Per i rinterri preferiamo usare il materiale di risulta delle attività di scavo, verificando ovviamente che sia idoneo. Questo ci consente di produrre meno rifiuti e rendere il cantiere più sostenibile.
- allaccio alle utenze private
- ripresa o realizzazione delle caditoie
- ripristino provvisorio della pavimentazione
Dopo il fisiologico tempo di assestamento del terreno, la pavimentazione viene ripristinata in modo definitivo, compresa la segnaletica orizzontale.

Approfondimenti: tecnica spingitubo

La tecnica spingitubo utilizza una tecnologia “No Dig" che significa senza scavo a cielo aperto. Grazie a questo sistema è possibile realizzare dei tunnel sotterranei senza effettuare scavi preventivi.
Lo spingitubo prevede l'utilizzo di un mezzo per la perforazione che scava attraverso la stessa tubatura. Il materiale di risulta viene portato all'esterno grazie a un nastro trasportatore. Man mano che il tubo penetra nel foro realizzato ne vengono calati altri pezzi nella camera di spinta e vengono giuntati con i precedenti prima di farli avanzare.
Prima di effettuare l'attraversamento con la tecnologia dello spingitubo viene realizzata una cameretta di spinta, che in questo caso ha dimensioni di circa 8 metri per 6 e una profondità di circa 4 metri. Analogamente dove la tubazione termina si realizza una cameretta di arrivo, dove sbucheranno i tubi una volta attraversato tutto il percorso stabilito in progetto. Tutto il processo è controllato da un sistema di livellamento laser che garantisce la giusta direzione e la verifica altimetrica.
Le tecniche spingitubo sono un modo economico per installare tubi sotto le strade, le ferrovie, i letti di fiumi e torrenti o altre strutture impossibili da rimuovere. La procedura è economica, sicura e ha un bassissimo impatto ambientale.
L’intervento viene condotto in sicurezza, abbattendo tempi e costi necessari per l’esecuzione di scavi. I vantaggi, oltre che nella sicurezza e economicità, consistono nel fatto che questa tecnica evita di interrompere la viabilità ferroviaria. I lavori procedono più velocemente rispetto alle tradizionali tecniche con scavo e viene notevolmente ridotto l’inquinamento atmosferico e acustico.
 

Sicurezza e cantieri: la nostra priorità

Scopri il piano di sostenibilità