text-slider-background text-slider-background text-slider-background
  • Cos’è una perdita occulta?
  • Cosa non è risarcito?
  • Quanto costa aderire al fondo?

Per "perdita occulta" si intende la dispersione e/o la perdita di acqua derivante da un fatto accidentale, fortuito e involontario: la rottura della condotta a valle del contatore, decadenza dei tubi, corrosione, guasto, gelo o simili.

La perdita deve avvenire in una parte dell’impianto interrata, in ogni caso, non visibile e rilevabile esternamente in modo diretto ed evidente.

Rientrano nelle perdite occulte le dispersioni d’acqua dovute al guasto di autoclavi per le utenze a uso condominiale e all’utilizzo improprio della fornitura da parte di terzi, (ad es. il furto di acqua).

Non sono risarcite le perdite causate da:

  • malfunzionamento di rubinetti, impianti di scarico, elettrodomestici, impianti di utilizzazione di
  • acqua, addolcitori;
  • danneggiamenti in occasione di interventi di riparazione effettuati dal cliente, rotture delle tubazioni provocate dal cliente o da terzi;
  • lavori edili, stradali, da scavi, sbancamento del terreno e conseguenti danni indiretti;
  • impianti in vista (non interrati o annegati nel cemento);
  • dolo del cliente o in conseguenza a casi preesistenti al momento dell’adesione al fondo e già noti;
  • colpa grave del cliente, in presenza di una macroscopica inosservanza degli obblighi derivanti dal contratto di fornitura del servizio idrico;
  • terremoti e inondazioni.

Sono inoltre escluse dal risarcimento tutte le spese inerenti alla ricerca e riparazione della rottura della condotta che ha determinato le perdite e tutte le spese per il ripristino del cemento. 

La quota di adesione è annuale e ha validità dal 1° gennaio al 31 dicembre di ciascun anno solare. L’adesione al fondo si rinnova automaticamente di anno in anno.

Per disdire il fondo è necessario scrivere a CAP Holding S.p.A. – Direzione Commerciale – via Rimini 34/36 – 20142 Milano o inviare un’email a fondoperdite@gruppocap.it almeno 30 giorni prima della scadenza. La disdetta ha decorrenza dal primo giorno dell’anno successivo alla data di ricevimento della comunicazione.

La quota annuale è calcolata in base al consumo medio annuo dell’utenza, nell’anno di adesione o rinnovo della partecipazione, secondo le seguenti fasce di consumo:

  • per un consumo medio annuo da 0 a 200 metri cubi, la quota annuale è pari a 3€;
  • per un consumo medio annuo da 201 a 1.600 metri cubi, la quota annuale è pari a 8,50€;
  • per un consumo medio annuo da 1.601 a 6.400 metri cubi, la quota annuale è pari a 24€
  • per un consumo medio annuo oltre i 6400 metri cubi, la quota annuale è pari a 43€.

La quota di adesione è fatturata con addebito nella prima bolletta successiva alla data di adesione o di scadenza annuale.
Per le adesioni ricevute dal 1° giugno al 30 novembre, la quota annuale è dimezzata. 

Come si segnala una perdita

Se riscontri una perdita occulta di acqua, effettua immediatamente le opportune riparazioni o sostituzioni destinate a eliminare il danno. Per poter beneficiare del rimborso previsto dal fondo:

Avvisaci
tempestivamente

Chiamando il nostro servizio clienti all’800 428 428 o inviando un’email a fondoperdite@gruppocap.it.

Ripara
la perdita

Il prima possibile, entro 60 giorni dalla data di scadenza della bolletta dove sono fatturati gli addebiti conseguenti alla perdita.

Comunicaci
l'avvenuta riparazione

Poi richiedi l’attivazione del fondo usando il modulo di denuncia perdite, a cui bisogna allegare: la ricevuta / fattura delle spese sostenute o l’autocertificazione di avvenuta riparazione, se eseguita senza l’intervento di un professionista; le foto che attestino la perdita e la successiva riparazione, la foto della lettura del contatore dopo la riparazione (lettura di fine perdita).

Invia il tuo modulo

  • via email all'indirizzo fondoperdite@gruppocap.it;
  • via fax al numero: 02 89520383;
  • tramite posta scrivendo a CAP Holding S.p.A. - Fondo Perdite Occulte - via Rimini 34/36, 20142 Milano.

 

 

 

 

Rimborsi e linee guida

Rimborsiamo i corrispettivi del servizio acquedotto per i quantitativi di acqua consumata eccedenti la media storica dei consumi addebitati nelle due annualità precedenti, maggiorata del 50% nel periodo che va dalla data dell’ultima lettura reale antecedente la rilevazione della perdita alla data di riparazione della perdita stessa (data lettura di fine perdita).

Per quanto riguarda i servizi di fognatura e depurazione, è applicato lo storno degli importi addebitati per i consumi che eccedono la media storica, in quanto servizi non usufruiti.

Per quantificare la media dei consumi addebitati nelle due annualità precedenti, si calcola la media dei consumi tra l’ultima lettura reale antecedente la rilevazione della perdita e una precedente lettura, efettuata almeno 730 giorni prima.

Se l’utenza è attiva da meno di due anni, faremo riferimento alla media storica dei consumi per il periodo intercorso dall’attivazione dell’utenza alla ultima lettura reale antecedente la rilevazione della perdita, purché sia superiore a 300 giorni.

In caso di prima attivazione del contatore con periodo inferiore a 300 giorni, ovvero nei casi in cui non è possibile far riferimento alla media storica, la media dei consumi a cui applicare la maggiorazione del 50% è calcolata e!ettuando una nuova lettura del contatore (lettura di ricalcolo media) trascorsi almeno 200 giorni dalladata della lettura di fine perdita.

Ad esempio:

  • Periodo interessato dalla perdita = dalla data ultima lettura reale anteriore a quella che ha rilevato la perdita occulta alla data di riparazione della perdita (data
  • lettura di fine perdita).
  • Consumo del suddetto periodo risultante nella fattura = 180 mc
  • Media storica dei consumi riproporzionata allo stesso periodo = 100 mc
  • Media storica dei consumi riproporzionata e maggiorata del 50% = 150 mc
  • Volume coperto da fondo = 30 mc
  • Corrispettivo coperto da fondo = applicazione al volume da indennizzare delle tarife vigenti per tempo per tipologia di servizio e scaglione di consumo.

Consullta il documento di linee guida per maggiori informazioni sul fondo tutela perdite.

Ricorda che…

Puoi richiedere il fondo anche compilando e consegnando il modulo di adesione al nostro sportello, via fax, per email o posta scrivendo a Cap Holding S.p.A. - Fondo Perdite Idriche - via Rimini 34/36 - 20142 Milano.