COMUNICARE LA SOSTENIBILITA'

Strategie e fattori competitivi in tema di CSR al centro del seminario di CAP e FAST

La sostenibilità è un fattore competitivo cardine nella strategia di comunicazione di un’azienda. Ma quali sono i comportamenti più virtuosi in fatto di politiche socialmente responsabili? Come comunicare ai cittadini il proprio impegno di sostenibilità in modo efficace e trasparente? In quale modo orientare cittadinanza e stakeholder verso un percorso di scelta consapevole? E infine, nell’era digitale, quali sono gli strumenti più efficaci per adottare politiche green? 

Sono solo alcuni dei quesiti che sono stati affrontati durante il seminario organizzato da Gruppo CAP dal titolo “Comunicare la sostenibilità. Realtà a confronto”, mercoledì 10 ottobre nella sede milanese della federazione Fast in collaborazione con l’Unione Giornalisti Italiani Scientifici.

Obiettivo del seminario, destinato in particolare ai giornalisti, era creare un importante momento di confronto tra utility, aziende e stakeholder per fare il punto sulle strategie di comunicazione e sulle best practice messe in atto sul fronte della sostenibilità e della responsabilità sociale di impresa, in relazione alle sfide sempre più importanti che lo scenario ambientale, politico e sociale richiede di affrontare ogni giorno.

L’aggravarsi dei problemi ambientali su scala mondiale, l’aumentata sensibilità dei consumatori, un quadro normativo sempre più stringente, il ruolo e l’influenza dei media, hanno posto il fattore “green” al centro delle strategie d’impresa, e quindi anche della comunicazione. Una comunicazione diversa da quella tradizionale che richiede approcci differenti e specifiche capacità sia nella definizione dei messaggi, sia nella gestione dei mezzi impiegati.

Nel corso della mattinata, dopo i saluti introduttivi di Pierluigi Arrara (Presidente di Amiacque - Gruppo CAP), è intervenuta Maria Mazzei (Responsabile Sostenibilità e Responsabilità sociale d’impresa Utilitalia), con uno speech sulla sostenibilità come scelta necessaria. Gaia Pretner (IEFE, Istituto di Economia e Politica dell’Energia e dell’Ambiente dell’Università Bocconi) ha messo al centro del suo intervento i comportamenti green delle imprese e l’efficacia della loro comunicazione, mentre Lorenzo Azzi (Communication Manager SOFIDEL GROUP) è stato chiamato a raccontare l’esperienza dell’azienda in cui lavora.

Gli strumenti più efficaci per comunicare innovazione e sostenibilità nell’era digitate sono stati il focus di Michele Tessera (Direttore Information Technology Gruppo CAP). Mentre politiche green e informazione dei cittadini sono stati il binomio sul quale si è basato l’intervento di Beba Minna, giornalista di Altroconsumo. Le conclusioni sono state affidate a Sergio Vazzoler, (membro del Comitato Scientifico di FIMA - Federazione Italiana Media Ambientali), cui è spettato il compito di indicare la strategia di comunicazione migliore per dare continuità a una cultura d’impresa sostenibile. 


Di seguito le presentazioni dei relatori:

Maria Mazzei

Gaia Pretner

Lorenzo Azzi

Michele Tessera

Beba Minna

Sergio Vazzoler


torna all'elenco