AL VIA BIOPIATTAFORMALAB

PER DISCUTERE IL FUTURO DEL PROGETTO CAP-CORE INSIEME AI CITTADINI

Presentato oggi il progetto partecipativo aperto ai cittadini e agli stakeholder locali promosso dai Comuni di Sesto, Cologno, Pioltello, Segrate e Cormano per condividere con il territorio il progetto proposto da Gruppo CAP insieme a CORE S.p.a.

 
Dare voce al territorio in maniera efficace e concreta. Offrire alla cittadinanza, alle associazioni, a gruppi e comitati locali la possibilità di prendere parte alla definizione di un processo strategico. Fornire tutte le informazioni con la massima trasparenza ed esaustività. Instaurare un rapporto di dialogo e confronto aperto e continuativo.
 
Sono queste le linee guida che definiscono gli obiettivi di BioPiattaformaLab, il percorso partecipativo dedicato alla cittadinanza e alle organizzazioni del territorio legato al progetto di trasformazione del termovalorizzatore di Sesto San Giovanni in una biopiattaforma dedicata all’economia circolare. In questo modo, il termovalorizzatore insieme al depuratore attiguo diventeranno un polo innovativo per il trattamento dei fanghi da depurazione e la produzione di biometano da FORSU (frazione organica del rifiuto solido urbano).
 

Presentato oggi dai Comuni di Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Pioltello, Cormano e Segrate, il processo partecipativo mira al coinvolgimento attivo della comunità di cittadini e di tutti quei soggetti che normalmente non hanno la possibilità di esprimersi direttamente nelle sedi istituzionali come le conferenze dei servizi. Oggetto della discussione sarà proprio il progetto di trasformazione del termovalorizzatore e del depuratore proposto da Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, insieme a CORE S.p.a., il Consorzio Recuperi Energetici.


torna all'elenco

Visualizza la carta dei servizi

Vai