WebGis Acque di Lombardia

 

Acque di Lombardia è l’evoluzione del WebGis di Gruppo CAP, il sistema che raccoglie i dati della rete idrica. L’obiettivo è quello di estendere il servizio a tutto il territorio della Water Alliance, l'associazione delle aziende pubbliche del servizio idrico lombardo. Ad oggi le reti di acquedotto e fognatura di 132 comuni della Città metropolitana di Milano e 55 di Monza e Brianza sono state rilevate e inserite nel sistema, oltre a quella del comune di Castellanza in provincia di Varese. Assieme formano una rete di più di 18.000 km completamente mappata e i cui dati sono accessibili in tempo reale. A breve anche Uniacque, che gestisce il sistema idrico della provincia di Bergamo sarà integrata nel sistema. Le prossime tappe del progetto prevedono invece l’estensione a Lario Reti e Sal, per le province di Lecco e Lodi. In un unico sistema saranno quindi accessibili le reti di più territori, esempio concreto di condivisione e di risparmio delle risorse pubbliche.

Cos'é?

Il WebGis, nasce dal connubio tra GIS (Geographic Information System) e le possibilità offerte dal Web. È un sistema che consente di divulgare in modo trasparente ed efficace attraverso Internet informazioni relative alle reti e a tutte le strutture legate al servizio idrico integrato. Oltre ad acquisire, estrarre e gestire le tante informazioni derivanti dai dati georiferiti, il WebGis di Gruppo CAP le rende disponibili in remoto per un’utenza variegata e potenzialmente illimitata.

Sviluppato per l'area della Città metropolitana di Milano, l’applicativo è predisposto per accogliere anche i dati di altri territori. In un unico sistema, possono essere racchiuse le reti di più gestori, un esempio di sharing economy che verrà applicato a gran parte della regione lombarda, attraverso la rete della Water Alliance. È per questo che il progetto si allarga e diventa Acque di Lombardia.

Il primo contratto di service sottoscritto da Gruppo CAP a favore di un altro ente della alliance idrica è stato siglato con Brianzacque. È nato così MIBSIT, il servizio che permette ai tecnici della società brianzola di consultare le mappe e i dati anche dei territori da loro gestiti. Oltre al sistema e ai dati, il progetto ha previsto la condivisone delle metodologie di lavoro e la possibilità di accesso per Comuni, professionisti e cittadini.

La timeline di Acque di Lombardia

A cosa serve?

I cittadini che di fronte a un cantiere nella propria città si chiedono di cosa si tratti, quando termineranno i lavori e quanto costino alla comunità, possono trovare queste e molte altre informazioni istantaneamente, accedendo alla sezione dedicata cantieri trasparenti: le aziende che gestiscono servizi di pubblica utilità devono garantire la massima trasparenza del proprio lavoro e allo stesso tempo contribuire al miglioramento della qualità della vita dei cittadini e degli utenti serviti.

I professionisti possono accedere ai dati relativi alle reti del sottosuolo e alle informazioni delle reti tecnologiche gestite, aggiornate in tempo reale, attraverso un ambiente loro dedicato, con accesso gratuito e immediato, grazie al protocollo d'intesa tra Gruppo CAP e l'Ordine degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, Ordine degli Ingegneri, Collegio Geometri e Geometri Laureati, Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della provincia di Milano.

I tecnici comunali hanno a disposizione una sezione apposita, dove hanno accesso ai dati delle reti e delle manutenzioni. Ogni Comune accede al WebGIS con un profilo dedicato e può consultare la cartografia del proprio territorio, il database topografico e i dati delle reti. È possibile consultare tutte le manutenzioni ordinarie in corso o passate e dialogare con le aree tecniche del Gruppo direttamente via web. Si accorciano così le distanze tra Socio e Gestore.

È semplificata l’attività di monitoraggio dei cantieri da parte di Prefettura e forze di Polizia, grazie alla possibilità di svolgere attività di screening preventivo. Inoltre il protocollo siglato da Gruppo CAP e Prefettura di Milano, sottoscritto anche dalla Direzione Territoriale del Lavoro, dalle Associazioni datoriali e dalle Organizzazioni sindacali, prevede l’utilizzo di un’interfaccia dedicata, destinata a raccogliere tutte le informazioni relative ai cantieri e all’intera filiera delle imprese coinvolte.

 

Come funziona?

I dati raccolti e aggiornati sono validati dall’ufficio SIT e Supporto Progetti in tempo reale. Il sistema di controllo centralizzato, con la supervisione dell’amministratore, controlla che vengano rispettate le restrizioni, la sicurezza, gli accessi, i conflitti, l'integrità dei dati e gli aggiornamenti.

È però previsto l'accesso da parte di più utenti in contemporanea, anche sulle medesime aree geografiche e quindi sugli stessi dati. La condivisione di un'unica fonte evita inutili duplicazioni dei dati, riducendo così le ridondanze ed evitando errori o lacune relative a modifiche o aggiornamenti, mentre gli applicativi non hanno bisogno di conoscere come sono fisicamente strutturati e archiviati i dati. Tutte le tipologie di utenti possono accedere ai dati ed eseguire qualsiasi tipo di analisi senza compromettere l'integrità degli stessi, con interfacce semplici e intuitive, ma l'amministratore può ovviamente definire i profili degli utenti e le porzioni delle basi-dati a cui possono accedere nonché i privilegi necessari per apportare delle modifiche. Il sistema ottimizza l’operatività di circa 200 persone del gruppo, mentre sono già 114 i tecnici di Brianzacque formati in grado di utilizzarlo.

Il WebGis Acque di Lombardia è accessibile anche da mobile per permettere la consultazione e l’interazione con i dati direttamente sul campo.

 

Il premio SMAU 2015 Innovazione Digitale

Nel 2015 il sistema webgis ha vinto il Premio SMAU per l’innovazione digitale riuscendo ad aggiudicarsi il premio come miglior caso di digitalizzazione cartografica e snellimento delle procedure, soprattutto in ottica di razionalizzazione degli ambienti per l’inserimento dei dati.

 

ACCESSO PROFESSIONISTI   ACCESSO COMUNI SOCI   CANTIERI TRASPARENTI

Visualizza la carta dei servizi

Vai