Smart metering

 

L’introduzione di contatori intelligenti consente di raccogliere da remoto i dati relativi alla gestione delle reti, le portate in ingresso, le pressioni , l’indicazione di perdite, i consumi degli utenti ed eventuali altri parametri significativi per la qualità delle acque distribuite (pH, Conducibilità, analisi in linea). Si può inoltre effettuare una valutazione dei volumi in fognatura per il distretto in esame. La raccolta dei dati e la loro successiva elaborazione è finalizzata a fornire elementi utili alla ottimizzazione della fatturazione e della gestione del servizio.

I vantaggi per il gestore sono molteplici: il miglioramento della classe di precisione dei misuratori e recupero di non «revenue water»; la rilevazione immediata di anomalie sui contatori e la capacità di effettuare bilanci idrici mensili o giornalieri, con immediata segnalazione di eventuali perdite fi siche o amministrative.
Anche l’utente trae molti vantaggi dall’utilizzo dei contatori intelligenti: le letture vengono effettuate senza accesso alla proprietà; eventuali perdite o consumi anomali sono segnalati in tempi ridotti e, in prospettiva, vi è una maggiore perequazione dei costi del Sistema Idrico Integrato.

 

Il progetto pilota a Magenta

Il Gruppo CAP ha realizzato uno studio per definire un progetto sperimentale di smart metering. La sede ottimale per la sperimentazione è stata identificata in un quartiere del comune di Magenta, riferito inizialmente a 234 contatori, sul totale di circa 5.000 contatori presenti.
Nello specifico, il progetto pilota prevede l’installazione di contatori intelligenti, in grado di rilevare a distanza e telecontrollare la fornitura di acqua in una zona definita «distretto», che consente di fornire informazioni sull’efficienza e sul risparmio energetico in un’area omogenea, dove sono già in atto interventi che prevedono l’installazione di altri sistemi di raccolta dati specifici per il sistema acquedotto, quali ad esempio pressione in rete e perdite.
I risultati della sperimentazione saranno utilizzati per estendere l’impiego dei contatori smart alle restanti 5.000 utenze presenti a Magenta.

 

Estensione del progetto Smart Metering

Parallelamente al progetto sperimentale di Magenta, abbiamo iniziato a installare i sistemi di trasmissione in diversi comuni dell’area metropolitana, cominciando da 10.000 contatori adattabili già presenti sulla rete. In questo caso, in linea con le precedenti esperienze, è stata utilizzata la banda di trasmissione a 169 MHz in comune con i sistemi di monitoraggio della rete gas.

Ad oggi sono già stati aggiornati più di 4.000 contatori nei comuni di Cinisello Balsamo, Bareggio e Pioltello; mentre è stata ultimata l’installazione dei rilevatori adattati nei comuni di Peschiera Borromeo, Settala, Carpiano, Mediglia, Pantigliate, Trebiano e Besiate . In entrambi i progetti la raccolta dati viene attualmente realizzata con la modalità walk/drive by, mentre è in fase di sperimentazione la raccolta con rete radio, anche su più bande di frequenza. L’esperienza con le applicazioni SMART è stata estesa all’intero parco di contatori presenti, con un ampio programma di sostituzione e l’installazione esclusiva dei nuovi contatori Smart Metering; si parla di 20mila contatori di nuova generazione già installati nel 2017, di 50mila nuovi dispositivi previsti entro il 2018, fino ad arrivare a quota 100mila entro il 2019 per un totale di 170.000 contatori in tre anni.

 

estensione-smart-metering