GRUPPO CAP PRESENTA IL SUO PRIMO PIANO DI SOSTENIBILITÀ

SENSIBILI, RESILIENTI E CAPACI DI INNOVARE

In occasione del convegno “L’industria che verrà”, Gruppo CAP presenta la sua roadmap per rispondere alle sfide di sostenibilità attuali e future in modo efficace e innovativo.

Ridurre il consumo di acqua per portare la Città metropolitana di Milano a raggiungere la media europea. Triplicare il numero di utenti che bevono solo o quasi acqua del rubinetto. Recuperare la maggior quantità possibile di materia ed energia in ottica di economia circolare, riducendo le emissioni di CO2 e la dispersione di acqua nella rete. Rendere le città più resilienti, puntando su sistemi efficaci di drenaggio urbano. Non ultimo guidare la trasformazione digitale, investendo nei servizi al cliente e nelle tecnologie più avanzate applicate alla rete e agli impianti.
 
Sono solo alcuni degli ambiziosi obiettivi che Gruppo CAP, ha inserito nel suo primo piano di sostenibilità, roadmap nata dalla riflessione condivisa del management per individuare i cambiamenti nella società prima che si riflettano sul mercato e sviluppare soluzioni efficaci anticipando gli effetti futuri.
Il piano ha un orizzonte di lungo periodo, il 2033: un arco di tempo per immaginare l’evoluzione degli scenari futuri e anticipare l’impatto dei principali trend sociali, ambientali ed economici sulla vita dei cittadini. L’obiettivo non è solo di mantenere un approccio proattivo rispetto alle variazioni del contesto socioeconomico, ma anche di contribuire allo sviluppo del settore e dei territori in cui CAP opera.
 
La strategia di sostenibilità di Gruppo CAP rappresenta il completamento di un percorso di ridefinizione del modello di business avviato con lo sviluppo del Piano Industriale 2018-2022. In quest’ottica Gruppo CAP integra la sostenibilità nell’attività industriale facendo leva sulla teoria del valore condiviso, partendo cioè dal presupposto che il valore economico generato debba portare benefici non solo all’azienda ma anche agli stakeholder e al territorio in cui essa opera.
 
Con questa ambiziosa strategia Gruppo CAP si ispira alle best practice a livello globale nella gestione del servizio idrico integrato scegliendo di implementare soluzioni di sostenibilità sul modello di esempi internazionali come quelli sviluppati da Thames Water a Londra e Eau de Paris a Parigi. Tramite l’analisi degli scenari di riferimento e i principali trend in relazione ai temi chiave per l’azienda, la monoutlity pubblica ha scelto di sviluppare il suo piano di sostenibilità attorno a 3 direttrici prioritarie, articolate in 9 ambiziosi obiettivi da traguardare entro il 2033, ovvero Sensibili, Resilienti e Innovatori: Sensibili ai bisogni delle persone, per aumentare il benessere e la fiducia di comunità sempre più consapevoli ed esigenti; Resilienti negli asset, nella governance e nella gestione per proteggere un bene essenziale per la vita; Innovatori nel mercato, anticipando le regole e alimentando la nostra capacità di fare rete.

torna all'elenco

Visualizza la carta dei servizi

Vai