LE AZIENDE WATER ALLIANCE FIRMANO LA CARTA DI MILANO

Ad EXPO per la firma al fianco di ANCI con il Ministro Martina

 

 
Stop agli sprechi di cibo e acqua: sabato in Expo, alla presenza del ministro Martina, ANCI Lombardia con il Gruppo CAP e le aziende idriche pubbliche della Water Alliance hanno sottoscritto La Carta di Milano, il manifesto-eredità di Expo. A due giorni dall’avvio del Festival dell’Acqua, l’evento biennale promosso da Utilitalia che quest’anno si terrà a Milano al Castello Sforzesco dal 5 al 9 ottobre, le sette aziende idriche in house della Lombardia hanno così messo nero su bianco il proprio impegno a combattere gli sprechi, diffondere l’educazione ambientale, salvaguardare la sostenibilità e promuovere un equo accesso alle risorse.
 
Roberto Scanagatti, Presidente Anci Lombardia, ha introdotto il tema della conferenza coordinata da Federica Bernardi, Vice Presidente ANCI Lombardia.  A tessere le fila Mario Colombo, Presidente del Dipartimento Ambiente e Servizi Pubblici Locali ANCI Lombardia, Alessandro Russo, Presidente Gruppo CAP e Coordinatore Water Alliance - Acque di Lombardia. Le conclusioni sono state affidate al ministro Martina. Oltre ai sindaci erano presenti i presidenti e gli amministratori delle sette aziende della Water Alliance: SAL (Lodi); Padania Acque (Cremona); Uniacque (Bergamo); Pavia Acque (Pavia); Gruppo Lario Reti (Lecco); e Brianzacque (Monza), oltre al Gruppo CAP per la Città Metropolitana di Milano. E’ di questi giorni tra l’altro la notizia che le sette aziende della Water Alliance passano a otto, con l’aggiunta di Secam, il gestore del servizio idrico di Sondrio.
 
“La firma della Carta di Milano è la conferma dell’impegno nell’affrontare concretamente le sfide del futuro da parte delle aziende della Water Alliance: tutte aziende in house, interamente pubbliche e partecipate dai Comuni dei rispettivi territori, che si stanno impegnando per costruire sinergie aziendali che mettano al centro la tutela dell’acqua e dell’ambiente, e che al contempo siano in grado di essere incisive sul tessuto economico, sia a livello locale generando posti di lavoro, sia a livello internazionale costruendo politiche di cooperazione e di condivisione di conoscenze -  afferma Alessandro Russo, coordinatore della Water Alliance – . L’obiettivo della Water Alliance è costruire un modello a rete che consenta di avviare sinergie e attivare progetti innovativi capaci di costruire un vero e proprio smart land, portando valore aggiunto alle singole aziende e al servizio che ciascuna garantisce al proprio territorio”.

 

 


torna all'elenco

Visualizza la carta dei servizi

Vai