NASCE “WATER ALLIANCE – ACQUA DI LOMBARDIA”

Con un brindisi simbolico a base di acqua di rete, al termine di un convegno sulle prospettive del servizio idrico, si avvia questa mattina a Monza il percorso che entro fine anno porterà alla nascita della prima joint venture contrattuale tra aziende idriche in house della Lombardia.

Con un brindisi simbolico a base di acqua di rete, al termine di un convegno sulle prospettive del servizio idrico, si avvia questa mattina a Monza il percorso che entro fine anno porterà alla nascita della prima joint venture contrattuale tra aziende idriche in house della Lombardia. “Water Alliance – Acqua di Lombardia” è il progetto voluto da Gruppo CAP, BrianzAcque, Uniacque, Padania Acque, Lario Reti Holding, Sal e Pavia Acque, sette realtà in house che insieme garantiscono un servizio di qualità a oltre 5 milioni di abitanti (più della metà dei cittadini lombardi) che hanno deciso di fare squadra per coniugare il radicamento sul territorio e le migliori pratiche nella gestione pubblica dell'acqua. Il progetto ha il patrocinio di Expo 2015, ANCI Lombardia e Confservizi Lombardia.

Da sinistra a destra Gianfranco Mariani, presidente di BrianzAcque, Luigi Maggi, presidente Pavia Acque, Vittorio Proserpio, amministratore unico di Lario Reti, Alessandro Russo, presidente di Gruppo CAP, Alessandro Lanfranchi, presidente Padania Acque, Paolo Franco, presidente Uniacque, Enrico Boerci, amministratore delegato BrianzAcque e Antonio Redondi, presidente SAL.;

“Questa iniziativa, di cui siamo felici di fare da capofila – spiega Alessandro Russo Presidente di Gruppo Cap – è una novità assoluta nel panorama della nostra regione e una grande sfida. Il nostro scopo è costruire un sistema di rete, una vera Water Alliance, che ha i numeri per proporsi sullo scenario nazionale come il più grande soggetto pubblico aggregato del servizio idrico. Le aziende pubbliche lombarde sono qui per dire che hanno le competenze, le risorse e la forza per rispondere alle nuove esigenze di investimenti in infrastrutture e servizi. Si tratta di un progetto ambizioso e aperto a chi in questi mesi volesse farne parte.”.


torna all'elenco

Visualizza la carta dei servizi

Vai