L'analisi delle acque di scarico

Le acque depurate, prima di essere reimmesse nell’ambiente, devono essere analizzate e controllate. E' quello che facciamo nei tre laboratori aziendali che esaminano le acque in entrata e uscita dei 63 depuratori gestiti dal Gruppo CAP. In particolare il laboratorio che ha sede presso l’impianto di Pero è dedicato anche al controllo della qualità dei reflui scaricati dagli insediamenti produttivi in fognatura. I controlli sono effettuati in conformità a quanto richiesto dal normativa vigente in materia e secondo un programma di prelievi sottoposto ogni anno all’approvazione di ARPA, l’Agenzia Regionale per la protezione Ambientale della Regione Lombardia.

Sono più di 4000 i controlli effettuati ogni anno sugli impianti di depurazione e più di 700 i controlli effettuati agli scarichi industriali.

I principali parametri analizzati sono:

  • chimici (COD, BOD5, Solidi totali, Azoto totale, Fosforo totale, ecc)
  • Solventi aromatici e clorurati
  • Tensioattivi
  • Metalli (cadmio, cromo, ferro, nichel, piombo, rame, zinco etc.);
  • Microbiologici (E.Coli, Salmonella, etc.)

Oltre ai controlli interni effettuati nei laboratori aziendali, l’ARPA, esegue i controlli esterni, secondo criteri generali dettati dalla Regione Lombardia in ordine all'ispezione degli impianti, ai punti di prelievo dei campioni da analizzare e alle frequenze dei campionamenti.

 

Laboratori acque reflue

L'ampiezza del territorio gestito dal Gruppo CAP e il numero rilevante dei depuratori richiedono un controllo accurato e continuo della qualità dell'acqua trattata. Oltre ai campionamenti previsti dalla normativa vigente sulle fasi del processo di trattamento, viene effettuato un monitoraggio con sistemi di analisi "in continuo" presso gli impianti di maggiori dimensioni.
E’ inoltre previsto un monitoraggio analitico sulle reti fognarie principali delle quali il Gruppo è gestore del servizio.
I principali impianti presso i quali sono organizzate le attività di laboratorio sono i seguenti:
Questi laboratori effettuano i controlli sulla qualità delle acque reflue trattate dagli impianti di depurazione.
In particolare a Pero ha sede il laboratorio chimico che effettua gli accertamenti analitici relativamente a:
  • caratterizzazione dei terminali di fognature comunali
  • qualità dei liquami scaricati dall’utenza industriale
Si determinano parametri che consentono di regolare il funzionamento delle varie fasi di depurazione. 
  • parametri generici: pH, conducibilità, B.O.D., C.O.D., che indicano il “carico inquinante” delle acque di scarico e la eventuale presenza di una componente industriale
  • parametri specifici: materiali in sospensione totali, materiali in sospensione totali a pH 7, solidi sedimentabili, Alluminio, Cadmio, Cromo totale, Cromo VI, Ferro, Nichel, Piombo, Rame, Zinco, Azoto ammoniacale, Azoto nitrico, Azoto nitroso, TKN, Cloruri, Solfati, Solfiti, Fosforo totale, Fosforo ortofosfato, Fluoruri, Fenoli, C.O.D. a pH 7 dopo sedimentazione, Tensioattivi anionici, Tensioattivi non ionici, E.coli.
Tutti i parametri sopra indicati sono determinati anche sui liquami depurati e avviati allo scarico, per accertare il rispetto dei limiti imposti dalla normativa vigente in materia di tutela delle acque. Gli stessi parametri vengono determinati in corrispondenza dei terminali delle fognature comunali.
Il Laboratorio di Pero è accreditato secondo UNI CEI EN ISO 17025:2005

Visualizza la carta dei servizi

Vai