SINFI - Accesso e regolamento

 

 

Alla luce dell'istituzione del Sistema Informativo Nazionale Federato delle Infrastrutture (SINFI), gestito dal Ministero dello Sviluppo economico, che condivide tutte le informazioni relative alle infrastrutture presenti sul territorio permettendo di velocizzare lo sviluppo delle reti a banda ultra larga, Gruppo CAP mette a disposizione le proprie infrastrutture di rete fognaria nella Città Metropolitana di Milano a tutti gli operatori di telecomunicazione per sviluppare la rete in fibra ottica sul territorio, anche partecipando ai bandi di gara pubblicati da Infratel Italia SpA.

GRUPPO CAP, per favorire il processo di digitalizzazione del paese e nel rispetto del decreto 33/2016 , ha approvato il regolamento per accedere alle infrastrutture nel rispetto di specifiche regole e condizioni necessarie per salvaguardare l'efficienza e la continuità del servizio pubblico di raccolta delle acque reflue, oltre che per garantire la prevenzione dei rischi e la sicurezza dei lavoratori e di terzi.

 

Grazie alla capillarità delle reti, l’utilizzo dell’infrastruttura fognaria comporta la quasi totalità di raggiungibilità degli operatori di telecomunicazione e delle utenze finali, oltre ai seguenti vantaggi :

• Assenza di scavi nelle strade sfruttando condotti esistenti;
• Totale risparmio per le opere di smantellamento del manto stradale;
• Nessun costo di ripristino nei centri storici delle città (porfido, marmi ecc.);
• Nessun rallentamento alla viabilità urbana;
• Maggior sicurezza trasmissiva;
• Attività installative che non richiedono ausilio di robot né tanto meno la necessità di fissare la struttura alle pareti dei condotti;
• Tempi di installazione molto più veloci degli scavi tradizionali;
• Struttura robusta, essendo posata in tubazioni non sensibili a trancio fibra nei lavori di superficie;
• Minimizzazione degli interventi di manutenzione ordinaria, trattandosi di fibra non raggiungibile da agenti esogeni.

CONDIZIONI DI ACCESSO ALLE INFRASTRUTTURE FOGNARIE

Gruppo CAP  ha elaborato il Regolamento e le Condizioni generali per il diritto di accesso all'infrastruttura fognaria (intesa quale infrastruttura fisica ai sensi del decreto legislativo n. 33/2016) per disciplinare i rapporti con gli operatori di telecomunicazioni che intendono sviluppare una rete in fibra ottica utilizzando tale infrastruttura; parte integrante di tali condizioni è il Regolamento tecnico.

 Gli operatori di telecomunicazione destinatari delle Condizioni generali di accesso sono:

  • i soggetti titolari dei requisiti previsti dal bando Infratel Italia SpA e che intendono partecipare al suddetto bando;
  • i soggetti giuridici titolari dell'autorizzazione per la fornitura di reti e servizi di telecomunicazione prevista dall'art. 25 del decreto legislativo n. 259/2003, aventi un capitale sociale non inferiore a 10 milioni di Euro e che abbiano svolto, negli ultimi 5 anni, almeno un servizio di cessione di infrastruttura in fibra ottica e/o manutenzione di reti in fibra ottica.

PROCEDURA DI ACCESSO PER GLI OPERATORI DI TELECOMUNICAZIONE

L'operatore di telecomunicazione che intenda accedere alla rete fognaria di Gruppo CAP dovrà:

Per ogni ulteriore richiesta di chiarimento si può fare riferimento al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: capholding@legalmail.it

Gli operatori che non abbiano questi requisiti possono comunque chiedere l'accesso all'Infrastruttura fisica, come definita dall'art. 2 comma 1 lett. d del decreto legislativo n. 33/2016. L’accesso sarà subordinato al rispetto delle regole di sicurezza per la rete fognaria indicate da Gruppo CAP.

 

Visualizza la carta dei servizi

Vai